Quando cerchi non trovi

È proprio vero: quando cerchi una cosa, è più probabile non trovarla. Più la cerchi e meno probabilità hai.
Di solito succede così quando si va a fare shopping: se vai in giro a negozi con l'intenzione di trovare qualcosa di specifico, di solito capita spesso che si torna a casa a mani vuote oppure con tutto fuorché quello che effettivamente serviva.

Se, poi, quello che vai cercando è una cosa che hai perso.. Beh, in quel caso, allora, più ti ostini a ricordarti dove l'hai vista l'ultima volta e più ricordi dove sei certa di averla vista e dove di solito la metti, ma non ti ritornerà mai in mente quel posto assurdo dove per un attimo l'hai lasciata, prima di smarrirla.
Ti resta solo quella sensazione che ti fa sembrare assurdo aver perso quella cosa, perché sei certo che non puoi averla lasciata in giro, a caso. Eppure non c'è niente da fare: non la trovi e quindi l'hai persa.

Poi capita, magari, tanto tempo dopo, che ti metti alla ricerca di qualcos'altro e cosa ti ritrovi per le mani? Sì, proprio lei, quella cosa che avevi perso!! ..e ti vien un nervoso sapere che l'avevi cercata tantissimo quando l'avevi smarrita, avevi setacciato ogni angolo possibile tranne in quello strano posto dove l'avevi messa, per chissà quale motivo, forse perché in quel momento ti sembrava più sicura lì piuttosto che dove la mettevi di solito, proprio per paura di perderla.

Insomma, il detto chi cerca trova andrebbe leggermente modificato, perché chi cerca tutto fuorché la cosa che gli interessa trova, altrimenti può cercare quanto vuole ma non trova nulla!

Di solito si perdono le chiavi. Io non ho perso un mazzo di chiavi, ma sempre di chiave si tratta, usb per la precisione.
Un anno fa ne avevo persa una: non mi capacitavo della cosa perché sono partita da casa di una persona con la chiavetta e sono arrivata a casa mia senza. 10 minuti di auto, non un tragitto ad ostacoli. L'ho cercata nella borsa, nella borsa del notebook: niente. Imposstibile, ma forse è caduta mentre scendevo dall'auto parcheggiata vicino casa mia e qualcuno l'ha infine raccolta, mi dicevo.
Stamattina stavo cercando un'altra chiavetta usb, che non trovo più, tanto per cambiare, e cos'ho trovato? Nella tasca interna della borsa del notebook c'era la prima chiavetta usb, quella che avevo tanto cercato un anno fa. Probabilmente l'avevo messa lì per timore di farla cadere in giro, tirando fuori qualche cavo, ma non era "il suo posto" quello.
In effetti non era il posto di niente, ma stamattina, per sbaglio, ho provato a guardare anche lì.

Stessa cosa per la tessera sanitaria. L'avevo messa dentro la borsa del notebook durante un viaggio, perché teoricamente era il posto più sicuro: se perdo/mi rubano la borsa del notebook è veramente grave! Sono rientrata a casa e la tessera era sparita. Eppure nel "il suo posto" non c'era. Dove potevo averla messa se non lì?
L'ho ritrovata mesi dopo: l'avevo spostata. Chissà perché l'avevo infilata in un libro.

Ora non resta che aspettare qualche mese e sperare di trovare anche la seconda chiavetta usb, quella che manca ancora all'appello. Spero solo di non trovarla perché nel frattempo ho perso qualcos'altro: non è divertente! :-/

Penso ci sia una morale in tutto questo, che spero di ricordarmi la prossima volta che mi verrà la tentazione di spostare qualcosa che ritengo "importante", tanto da scegliere un posto migliore de "il suo posto" per qualche ragione.
Se una cosa ha "il suo posto", mai cambiarglielo.
Nel momento in cui lo si cambia, è finita. :-/

Il proverbio completo sarebbe "chi cerca, [qualcosa] trova", proprio per rendere più evidente il principio di serendipità che tu hai espresso.

Effettivamente così ha più senso: non ho mai fatto caso a questo, ho sempre dato per scontato che significasse che cercando quello che si vuole trovare, prima o poi lo si trova! ;-)

Aggiungi un commento
by Realizzazione Siti Vicenza & Temi per Drupal
Creative Commons License | Privacy & Cookie Policy