Poesia

Persone

Persone che incontri,
da cui non ti aspetti niente,
che guardi con diffidenza,
che ti suggeriscono indifferenza,
che scopri piano piano,
che ti rimangono nel cuore:
regali della vita.

by H.

Perdersi qualcosa

Accorgersi di vivere come l'immagine di un paesaggio
che scorre dal finestrino di un treno seduti al contrario:
andare avanti e sentire di perdersi qualcosa.

by H.

Da un caso

Inizia dal tempo: è difficile da accettare il suo passare.
Lo è di più sentirsi trascinare
senza poter far niente per fermarlo, il tempo.

Restare lucidi quando ormai non ce n'è più è difficile.
Forse, per noi, il tempo, ha deciso di trascorrere,
più lentamente, allontanando ormai l'inevitabile.

È difficile da accettare che qualcuno tagli il traguardo
come in uno scatto finale, inatteso, prima di noi.
Quando quel qualcuno è caro, è crudele, il tempo.

by H.

Ti ricordo, Gatto fifone

Cielo che si fa scuro
bagliori tra le nubi
così inizia così finisce.
by H.

Un animale domestico non è mai solo un animale.
Un gatto non è solo un gatto. È un compagno che ti segue ovunque (a volte ti pedina) e c'è sempre, basta solo saperlo cercare (a volte molto bene).

Segue

Quando un gatto se ne va

Quando un gatto se ne va, a volte è per sempre.
Non ringrazia, non saluta, semplicemente prende e scompare.
A volte ritorna, dimagrito ma sempre lo stesso.
A volte semplicemente se ne va per non ritornare.

by H.

I gatti vanno a morire lontano da casa. L'ho sempre sentito dire ed è vero.
Quando un gatto sta male si allontana dalla sua tana sicura. Non si ha nemmeno il tempo di capire che sta male, a volte, che lui se n'è già andato, chissà dove.

Segue

L'acqua e la luna

Stetti immobile
a leggere quelle tue parole
intrise d'acidi ricordi
e d'inutili scuse
mentre fuori l'acqua scendeva
e la luna oscurata piangeva.

Francesco Menestrina

Chi scrive il primo dell'anno...

..scrive tutto l'anno?!?!?
Beh, speriamo porti bene, allora. ;)

Cercando nel web, ho trovato questa pagina web che parla di haiku.
Visto che oggi è il primo gennaio, ho pensato che riportarne alcuni e, più precisamente, quelli che celebrano l'arrivo dell'anno nuovo possa essere un modo carino per iniziare bene. Poche parole per esprimere molteplici sensazioni: questo rende gli haiku una forma poetica molto intensa e che a me piace molto. Ideale per augurare a tutti un 2008 pieno di sfumature, come quelle che una loro lettura suggerisce in termini di pensieri ed emozioni.

Inizio d’anno
storie di passeri
sotto un cielo sereno

Ransetsu

Primo giorno dell’anno
un vento di mille anni fa
soffia tra i pini

Onitsura

..Anche se non in tema, anche questo mi è piaciuto molto:

Un uccello ha cantato
poi di nuovo silenzio
nel tramonto nevoso

Arô

Auguro a tutti quanti un 2008 pieno di soddisfazioni e di novità, ma soprattutto, comunque vada, che sia un anno ricco di sorrisi.

Questa notte di San Silvestro

Un lustro è passato come il vento
che nell'arco dei tempi ha sempre soffiato
e ovunque segni incancellabili ha lasciato
che continua a soffiare inesorabile
e come quel primo giorno rimane implacabile.

Un pensiero veloce per ricordare questa notte appena trascorsa, Hikaru.

Oggi, festa dei gatti!

La gatta

Era una gatta, assai trita, e non era
d'alcuno, e, vecchia, aveva un suo gattino.
Ora, una notte, (su per il camino
s'ingolfava e rombava la bufera)

trassemi all'uscio il suon d'una preghiera,
e lei vidi e il suo figlio a lei vicino.
Mi spinse ella, in un dolce atto, il meschino
tra' piedi; e sparve nella notte nera.

Che notte nera, piena di dolore!
Pianti e singulti e risa pazze e tetri
urli portava dai deserti il vento.

E la pioggia cadea, vasto fragore,
sferzando i muri e scoppiettando ai vetri.
Facea le fusa il piccolo, contento.

Giovanni Pascoli

Segue

Paris at night

Trois allumettes, une à une allumées dans la nuit
La première pour voir ton visage tout entier
La seconde pour voir tes yeux
La dernière pour voir ta bouche
Et l'obscurité toute entière pour me rappeler tout cela
En te serrant dans mes bras.

Jacques Prévert

Per chi non conosce il francese, il testo dice più o meno così:

Tre fiammiferi uno ad uno accesi nella notte
Il primo per vedere tutto il tuo volto intero
Il secondo per vedere i tuoi occhi
L'ultimo per vedere la tua bocca
E l'oscurità tutt'intera per ricordarmi tutto questo
Mentre ti stringo tra le mie braccia.

by Realizzazione Siti Vicenza & Temi per Drupal
Creative Commons License | Privacy & Cookie Policy