La mania di credere che sia una mania

Detta così, sembra un circolo vizioso.
Eppure è la verità. Molte volte le persone che mi stanno intorno, non riescono a vedere le cose oggettivamente, semplicemente per come stanno, ma continuano a valutarle secondo il proprio punto di vista. Sbagliato? Sni. Mi spiego..

Ognuno ha la sua opinione in merito a qualunque argomento, ma certe volte quest'opinione dovrebbe, secondo me, essere filtrata opportunamente. Saper guardare le cose in maniera oggettiva, riuscire ad estrapolare le considerazioni dal proprio modo di vedere (e di essere) per tentare di dare un'opinione senza influenze, è una qualità che mi accorgo essere molto rara.
Valutare certe preferenze o attitudini mediante la semplice considerazione che tutto è riconducibile ad una mania, è indice di superficialità. La stessa affermazione è una mania, a maggior ragione se l'opinione scaturisce da una parziale conoscenza di tutti gli elementi in oggetto alla valutazione.

Spesso e volentieri mi accorgo che le persone non sono in grado di estrapolare i pro e i contro delle cose dal contesto soggettivo, per un'analisi quanto più corretta possibile. Tutto viene limitato al proprio punto di vista ed alle proprie conoscenze, senza approfondire il discorso. In questo modo, le considerazioni che vengono fatte lasciano il tempo che trovano, sono spezzate a metà perché riportano una verità parziale, perché fatte senza eventualmente premettere una conoscenza parziale oppure l'omissione di certi presupposti.
Nessuno può conoscere tutto di un argomento ed è difficile essere completamente oggettivi, ma uno sforzo in quella direzione dovrebbe essere fatto, perché dire le cose come stanno realmente sarebbe utile a tutti.

La maggior parte delle persone si lascia guidare dalle proprie convizioni (a volte vere presunzioni), senza riuscire a guardare al di là del proprio naso, come si suol dire.

Sarebbe molto più corretto, secondo me, dire le cose come stanno, oggettivamente, mettendo tutte le carte in tavola, e quindi opinionare secondo il proprio io. La visione delle cose sarebbe molto più trasparente, soprattutto per chi ascolta ed è influenzabile.

Fare come dici tu vorrebbe dire accettare di mettersi in discussione, e oggigiorno questa non viene considerata una qualità, ma una debolezza. Purtroppo.

Aggiungi un commento
by Realizzazione Siti Vicenza & Temi per Drupal
Creative Commons License | Privacy & Cookie Policy