Immagini

Rovistando tra le foto: visita a Berlino

Rimescolando le foto digitali, a volte mi capita di trovare delle cartelle pronte per essere caricate su queste pagine e mai finite sul web per qualche motivo, di solito il tempo.
In questi giorni di ferie sono incappata nelle foto di Berlino a primavera, città tedesca dalla storia importante che ho visitato durante il ponte del primo maggio con le mie coinquiline.

Il tempo è stato meraviglioso: siamo partite col guardaroba pesantino perché "al nord farà freddo", pensavamo, e invece siamo andate incontro ad una primavera già iniziata, calda quanto basta per farci pentire di non aver portato via più magliette a maniche corte e, forse forse, anche un po' di crema solare. Ok, non esageriamo. ^^

Segue

Risvegliarsi

In questi giorni ho messo in ordine le foto della macchinetta fotografica e mi sono ritrovata con gli scatti dello scorso marzo, quando il sole ci aveva fatto pregustare la primavera, con un'esplosione di colori e di boccioli, prima di abbandonarsi a qualche giorno di brutto tempo e tanta attesa pioggia.

Approfittando di una splendida domenica dal cielo privo di nuvole, con un sole caldo e accecante, ero andata a fare un giro nei dintorni per vedere cosa questa primavera appena iniziata ci avrebbe offerto.

Segue

Un puzzle mai finito

Il puzzle, un gioco da tavolo che si odia o si ama.
Tanti pezzetti da mettere insieme per riuscire a ricostruire un'immagine, che a volte può diventare un vero e proprio rompicapo che richiede tempo e pazienza, rimanendo sparpagliato sul tavolo per giorni e giorni.
Se, infatti, il puzzle e i pezzi sono di notevoli e ridotte dimensioni rispettivamente, capita molto spesso che delle zone particolarmente ostiche rimangano sempre indietro sulla tabella di marcia, che diventano quasi una gara di resistenza. Sarà il bisogno di riacquistare la possibilità di utilizzare il tavolo o la tenacia nel realizzare un nuovo quadro a vincere?

Segue

Il giardino delle Rose

Il giardino delle rose, a Firenze, non ha niente a che vedere con i giardini di Trauttmansdorff di Merano. È solo un piccolo angolo fiorito in cima ad una collina, vicino al famosissimo piazzale Michelangelo, ben noto punto di osservazione di Firenze, meta obbligata di qualsiasi buon turista.

Aperto solo da metà maggio, per un brevissimo periodo analogamente al giardino degli Iris, è comunque un giardino molto grazioso, dove, però, è importante essere sincronizzati con la fioritura. Una settimana può vuol dire molto per quelle rose ed in effetti due fine settimana fa si poteva già iniziare a parlare di sfioritura. Tuttavia, l'incantevole bellezza delle rose non era appassita nemmeno sotto il sole cocente di un fine di maggio estivo che ha accelerato il processo di nascita-vita-morte di questi splendidi fiori.

Segue

Un abbraccio caldo e morbido

6 gennaio 2011: fuori tenta di nevicare e tutti sono rintanati al caldo delle loro case.
Nessuno che passeggia, rumori di auto assenti fino ad una certa ora del pomeriggio, tutti segni che portano a pensare che molti si stanno godendo l'ultimo pranzo di queste festività, accompagnato dall'ultimo rilassante riposino pomeridiano di un giorno un po' speciale, l'Epifania.

Fuori tenta di nevicare e dentro c'è poca voglia di scrivere ancora qualche pagina di tesi. Dopo giorni e giorni di scrittura, rifiniture ecc., sempre davanti al computer, un giorno di stop ci vuole proprio, anche perché ormai è arrivata l'ora di ricominciare e come ogni anno riprendere il ritmo non sarà affatto facile.

Segue

Domenica in cucina

Domenica di pausa = domenica di estro gastronimico, la giusta equazione per rilassarsi dopo un periodo intenso.

Menu con valutazione della ricetta (1 sta per non riuscita e 5 sta per “sublime”, ovviamente secondo il mio insindacabile gusto e giudizio :P ):

  • antipasti a base di pasta fillo e mousse di tonno, voto 5
  • cannelloni agli spinaci e robiolino, voto 4
  • patate pasticciate, voto 2
  • panettone, voto 3


Segue

Quando un gatto se ne va

Quando un gatto se ne va, a volte è per sempre.
Non ringrazia, non saluta, semplicemente prende e scompare.
A volte ritorna, dimagrito ma sempre lo stesso.
A volte semplicemente se ne va per non ritornare.

by H.

I gatti vanno a morire lontano da casa. L'ho sempre sentito dire ed è vero.
Quando un gatto sta male si allontana dalla sua tana sicura. Non si ha nemmeno il tempo di capire che sta male, a volte, che lui se n'è già andato, chissà dove.

Segue

L'Artista

Da qualche anno seguo con piacevole interesse le meravigliose creazioni di Vlad, Artista di origine russe, che pubblica i suoi capolavori digitali su Vladstudio.com.

Nel sito si trova una raccolta di sfondi per Desktop e Wall Clock (sfondi con funzioni di orologio), scaricabili gratuitamente, e le loro varianti poster, cartoline, tazze, magliette ecc acquistabili separatamente.

Bravissimo è dire poco. Ha uno stile davvero unico e una fantasia senza confini, che gli permettono di creare soggetti sempre nuovi e mai banali. Basta poco per dare vita alla sua ispirazione abbia inizio.
Guardare per credere: direttamente dall'Islanda, ecco a voi Eyjafjallajokull!!

Segue

Monte-Carlo: una città, un principato

Monte-Carlo è un piccolo mondo in terra francese, dove è il francese a far da padrone e se parli inglese ti guardano male. :-/
Avevo già sentito che i francesi sono molto nazionalisti e pur di risponderti in francese, fanno finta di non conoscere l'inglese. Magari detta così è esagerata, però posso confermarlo: al francese ci tengono.
Seppur piccolo, il principato è fatto di alberghi, dislocati ad ogni angolo, quindi significa che il turismo non è una cosa strana. Però trovare qualcuno che sappia l'inglese e che lo parli è difficile, alberghi esclusi, ovviamente. Per fortuna che l'italiano è simile al francese e, quasi quasi, conviene parlare con la nostra lingua nativa piuttosto che cimentarsi in strane mimiche.
In ogni caso ci sono anche molti italiani da quelle parti, per cui la comunicazione non è proprio un vero problema.

Segue

KDE software compilation 4.4 anche per Windows

Non sono certo un'amante di Windows, però sapere che è possibile installare e utilizzare i programmi di KDE anche su questo sistema operativo è un'occasione da prendere al balzo.
Quindi, dopo l'uscita di KDE 4.4.0 con il nome di "Software compilation" per sistemi GNU/Linux, ormai avvenuta da un mese (è già disponibile l'aggiornamento alla versione 4.4.1), da quasi un mese è disponibile anche per sistemi Windows.
Un paio di settimane fa ho fatto l'aggiornamento e, anche se non tutti i repository erano aggiornati, appena individuato uno di quelli con i file di KDE 4.4.0 ho provveduto all'aggiornamento su un'installazione di Windows Xp.

Segue
by Realizzazione Siti Vicenza & Temi per Drupal
Creative Commons License | Privacy & Cookie Policy