Fuori dalla finestra

Dopo circa due anni, finalmente si riesce a guardare fuori dalla finestra del laboratorio e vedere il cielo del suo reale colore. Quindi si riesce finalmente a distinguere tra una giornata di sole e una nuvolosa, senza dover aprire la finestra o basarsi su semplici deduzioni.

Dopo aver messo le pellicoli oscuranti ai vetri del lato ovest dell'edificio, lato in cui i raggi diretti del sole arrivano solo nel tardo pomeriggio, quando sta già tramontando e dà meno fastidio, oppure nel primo pomeriggio dell'estate, quando gli alberi di fronte hanno chiome fluenti; dopo averle tolte perché completamente inutili, ma lasciando appiccicato al vetro uno strato di colla che ha attirato polvere e la lanugine dei pioppi, di cui è ricca la zona, che non ha apportato notevoli miglioramenti; finalmente dopo due anni sono passati a pulire i vetri.

Ora finalmente si può spegnere la luce e lavorare senza doverla accendere fin dalla mattina (per la serie: "facciamo risparmio energetico"), appena entrati nella stanza, indipendentemente dal condizioni meteo esterne.
Ora si può anche affacciarsi alla finestra e vedere di che colore è il cielo, che, in giornate come quelle di oggi, è di un azzurro veramente fantastico.

Scusa Hikaru, ma...laboratorio di cosa ? No perché, lavorando come rappresentante di strumenti per laboratori alimentari, chimici e microbiologici, in teoria dovresti essere una mia cliente... !

No, non sono una tua cliente, perché lavoro in tutt'altro settore (ingegneria elettrotecnica).
Trovandomi ancora all'interno dell'università, laboratorio è una stanza dove ci sono più di due computer e convivono più persone. A volte il laboratorio comprende anche una serie di attrezzature specifiche, ma non è il caso della stanza sono io, visto che lavoriamo soprattutto con software di simulazione.

Beh, sono sicuro che almeno una macchina per il caffè lì vicino ce l'avete :-D . Oggi si parlava delle tue parti per via di quest'articolo http://www.corriere.it/cronache/10_marzo_23/non-pagano-mensa-bimbi-pane-... . A me sembra inverosimile ! Tu ne sai nulla ?

Non so nulla di preciso perché non ho conoscenti che vanno a quelle scuole, non so bene come funzioni il servizio della mensa (ai miei tempi non esisteva) e non ho contatti diretti con l'amministrazione.
So tanto quanto gli altri che leggono le notizie frammentarie dai giornali.

Non credo ci sia nulla di inverosimile a questo mondo e, in questo caso, inverosimile non è la parola corretta, visto che è realmente accaduto. Oltretutto mi sembra in linea con certi modi di fare di questa amministrazione, che ha prontamente fatto le sue precisazioni (mah..).

Aggiungi un commento
by Realizzazione Siti Vicenza & Temi per Drupal
Creative Commons License | Privacy & Cookie Policy