Chi ti ha dato la patente?

La rotatoria è un anello a senso unico che si sviluppa intorno ad uno spartitraffico di forma più o meno circolare. Serve a sostituire un incrocio nel senso classico in cui si può intendere e teoricamente permette uno sviluppo migliore del traffico, minore attese al semaforo, minor inquinamento, consente l'inversione di marcia e una riduzione consistente degli incidenti (perché, teoricamente, chi deve ancora entrare in rotatoria dovrebbe rallentare in quanto non è lui ad avere la precedenza)
Le auto devono percorrerlo in senso antiorario (almeno nei paesi come l'Italia) e la precedenza va data a sinistra e non a destra, come di solito si farebbe agli incroci. Quest'obbligo di precedenza, nato in Francia e poi adottato in tutti i paesi europei, consente a chi è all'interno della rotatoria di avere la precedenza su chi ci deve ancora entrare.

N.B.: in realtà questa non è l'unico tipo di rotatoria esistente e non è nemmeno una regola in senso assoluto per percorrerla. Per maggiori precisazioni invito a leggere anche la discussione presente nei commenti.

Detto questo (altre informazioni si possono trovare qui, ad esempio) vorrei evidenziare che suddetta regola non è quella che effettivamente viene applicata nella realtà di tutti i giorni, purtroppo.
Chi sostiene che la precedenza è di chi se la prende ha perfettamente ragione, in quanto ognuno fa quello che vuole.
Quante persone non sanno ancora o ignorano il fatto che la precedenza va data, stranamente, alla sinistra?!?!? Gli incidenti non avvengono per il semplice fatto che chi è all'interno della rotatoria rallenta perché sa perfettamente che 9 persone su 10 di chi sta arrivando non si fermerà a dargli la precedenza. Insomma, un po' di rispetto! Le regole le hanno inventate per qualcosa, rispettiamole!

Ieri sera ho rischiato per l'ennesima volta un incidente e ringrazio chi ha fatto la rotatoria per averla dotata di un'isola complanare zebrata larga quasi quanto una corsia perché altrimenti a quest'ora mi sarei rifatta l'auto nuova un sacco di volte! Infatti ho l'abitudine (errata, perché non si dovrebbe) di fare la curva stretta e di calpestare la fascia zebrata attorno all'isola-aiuola in modo tale che chi dovrebbe darmi la precedenza riesce a frenare senza centrarmi anche se si ferma quando è l'auto è tutta all'interno della rotatoria. In particolare, ieri sera mi sono trovata l'auto di una coppia di anziani di fianco la mia, perché ho malsanamente pensato che quei cinque metri di distanza tra l'auto della coppia e l'inizio della rotatoria (dove ci sono le striscie del "dare precedenza") fosse sufficiente per una frenata, visto che io avevo già iniziato la manovra di inversione in rotatoria.
Per par condicio, comunque, invito tutti quelli che entrano in rotatoria ad usare la freccia: ma il vostro istruttore non vi ha mai detto che la freccia va messa una volta in più piuttosto che una volta in meno?!?!? Quanti automobilisti usano la rotatoria per l'inversione e non mettono la freccia, cosicché chi deve dare la precedenza deve frenare prontamente o avvicinarsi titubante alla rotatoria stessa... Le frecce non sono un'optional e visto che le paghiamo quando compriamo l'auto, usiamole!

nn so: io trovo le rotatorie il piu' grosso abominio urbanistico rovinatrici della vita di ex-felici automibilisti!
ah, pel link qui accanto: sarebbe botUlinux che botolo mi sa di salciccia romana. e romana nel senso di vecchia di 2000 anni ;)
Semi-concordo... Diciamo che di incidenti ne ho vist i pochi, ma di quasi incidenti molti! In ogni caso il traffico non mi sembra così migliorato e mi piacerebbe sapere chi fa le statistiche in che luoghi va a farle... Ps: opsssss... Va bene così? :)
ATTENZIONE: vi sto per rivelare il più grande segreto.... Un libro di teorie e regolamenti non sarà mai in grado di vincolare tutta la fantasia degli automobilisti a dei modelli per cui si capisce chi ha torto e chi ha ragione, per il resto dei casi esiste il "concorso di colpa". In Italia fanno di ogni incrocio una rotatoria ed è SBAGLIATISSIMO!!!! Se il centro della rotatoria è un palo in mezzo alla strada mi fai capire come è possibile cambiare le frecce in tempo da sinistra (per indicare che non vuoi uscire) a destra (per uscire dalla rotatoria), in modo che chi ti è dietro, a destra o sta sopraggiungendo comprende le tue intenzioni? Punto 2. In rotatoria su più corsie dovresti usare le corsie interne finché non dovrai uscire dalla rotatoria. Allora mi spiegate perché sono sempre costretto a tagliare la strada a chi mi fa un tentativo di sorpasso a destra in rotatoria? Perché c'é gente che ci vive, ci dorme e ci mangia sulla corsia più esterna. E io metto tutte le frecce del caSo per indicare che, "guarda che non ho nessuna intenzione di farmi un altro giro in rotatoria solo perché non vedi la mia freccia a destra". Poi mi devo sentire anche suonare dietro. La prossima, fermo l'auto, smonto con il crick e lo tiro dietro al suonatore. Ho un conflitto ancora aperto con le rotatorie. Scusatemi.
Certo... certo... ti vorrei proprio vedere col crick ad attaccar baruffa in mezzo alla strada. Comunque penso che anche se le rotatorie non diminuiscono il rischio di incidenti, almeno li rendono un po' meno gravi (dato che in curva si è costretti a rallentare). Parla uno che abita a due passi dall'unica "rotatoria semaforizzata con possibilità di vigile presente" che esista al mondo. Altro vantaggio che mi è stato fatto notare: se non dò la precedenza chi è in rotatoria mi viene addosso sul lato sinistro, cioè quello del guidatore (che se lo merita), non da quello dell'ignaro passeggero. Ovviamente concordo sul fatto che ogni tanto i comuni esagerano con le rotatorie.
Ogni tanto i comuni esagerano?!?!?!? Faccio notare che io abito nel "paese delle rotatorie"! La faccenda delle corsie è una triste realtà, perché la rotatoria non dà il senso della "corsia giusta" per il sorpasso, secondo me. Comunque, 2g, se ti serve una mano col crick vengo io a dartela! :D Anche perché, ok gli incidenti saranno meno gravi e ci va di mezzo il guidatore, ma siamo concreti... La maggior parte delle rotatorie in cui io rischio la vita ogni giorno non sono in curva o, meglio, è in curva quello che avrebbe la precedenza, mentre chi dovrebbe darla sfreccia alla normale velocità di strada principale ( maggiore ai 50 km/h ) senza rendersi conto che NON è un suo diritto quello che sta facendo...
E poi scusa Vlad... è vero che se tu non rispetti la precedenza io ti vengo addosso dalla parte del guidatore, ma è anche vero che tu che non dai la precedenza mi vieni addosso dalla parte del passeggero! Com'è che la mettiamo? Se il guidatore ha ragione lo salviamo (a scapito del passeggero) altrimenti lo centriamo?!?!? :/
...regola del contrappasso... ammetto che dove abiti tu ci sono delle rotatorie che definirei perlomeno "creative" (tanto per essere political-correct).
salve si parla di precedenze nelle rotatorie: sono d'accordo con voi che la precedenza e di chi è in rotatoria,ma quest'obbligo è nato in francia ed adottato e poi adottato in tutti gli altri paesi europei ma non in italia in italia esistono tre tipi di rotatorie, la prima e quella con dare la precedenza in entrata e ricevere la precedenza dai veicoli in entrata nella rotatoria (detta alla francese),la seconda e quella con avere la precedenza in entrata e dare la precedenza ai veicoli in entrata nella rotatoria(detta all'italiana) la terza e quella con dare la precedenza in entrata ai veicoli che transitano e dare la precedenza ai veicoli in entrata nella rotatoria ,non so come definirla sembrarà strano ma e vero,vissuta sulla mia pelle con 2000.00 di danni all'auto,verbale di mancata precedenza e 5 punti decurtati sulla patente quindi in italia non ci sono delle regole precise sulla precedenza nelle rotatorie ma una grand..................... confusione detto questo vorrei precisare che la precedenza non si deve dare sempre a sx ma capire anticipatamente in quale tipo di rotatoria s'incontra. nella vita quotidiana ci vogliono regole scritte e non informazioni
Beh, anche in Italia è stato adottato il metodo "alla francese": tutte le rotatorie sono ormai così, anche se, forse, ne esistono ancora di vecchie. Non a caso i segnali di "dare la precedenza" esistono e consistono nel darla a chi arriva da sinistra, cioè a chi non sta entrando in rotatoria ma c'è già. Al contrario di quello che ti insegnano per gli incroci, insomma, o per qualunque altra situazione automobilistica possibile. In caso contrario, ovvero di assenza di tale segnaletica, si dà la precedenza alla vecchia maniera, cioè a destra, e quindi rientriamo nel caso della classica rotatoria all'italiana. Se non ho capito male quello che hai scritto tu, queste due tipologie sono le prime due che hai citato, mentre il terzo tipo non l'ho capito, sinceramente. Comunque le rotatorie sono semplicemente delle intersezioni con obblighi di precedenza, quindi una volta che si rispettano quelli, il tipo di rotatoria centra poco. In sostanza non capisco dove sia la confusione nel capire queste semplici regole... Che poi ci sia confusione in generale, quello è un altro discorso. ;) E che poi i vigili ne sappiano meno dei comuni mortali, non stento a credererci... :P Tra l'altro nel codice stradale non credo siano nemmeno definite le rotatorie...
mi spiego meglio il terzo tipo di rotatoria che cito e la seguente: in ingresso nella rotatoria ho trovato il segnale di dare precedenza,il segnale di rotatoria ei triangolini sul manto stradale,ho dato la precedenza ai veicoli che transitavano nell'anello e mi sono immesso nella rotatoria la percorrevo senza incontrare nella rotatoria alcun segnale di dare la precedenza o di stop e neanche la striscia di arresto, arrivato all'intersezione si immetteva nella rotatoria l'altro veicolo che non mi dava la precedenza avendo trovato solo il segnale di rotatoria, quindi deduco che la rotatoria sia per metà alla francese e per metà all'italiana spero d'aver chiarito il tipo di rotatoria
An ok, capito. Sembrerebbe la classica situazione di due strade che si ricongiungono in una di unica. Anche in questo caso non c'è segnaletica e non si sa mai chi passa per primo. Questi esempi, dalle mie parti, sono in corrispondenza di specie di rotatorie fatte intorno a gruppi di case... Comunque per tagliar la testa al toro, ho chiesto ad un istruttore di scuola guida a grandi linee com'è la faccenda. :) Allora... Le rotatorie non vengono definite o, meglio, non vengono categoricizzate nel codice della strada (chiamarle "alla francese" o "all'italiana", insomma, dovrebbe essere solo un "luogo comune"). Una rotatoria, insomma, è semplicemente un caso particolare di incrocio e quindi come tale deve essere considerato. Quindi si deve rispettare la segnaletica oppure vale sempre la regola della precedenza per chi ha la destra libera. A parità di segnaletica (per esempio due strade con segnali di "dare la precedenza") vale sempre la regola della precedenza per chi ha la destra libera. Le rotatorie "alla francese" in cui si dice che la precedenza va data a chi viene da sinistra non è una dicitura corretta, perché la precedenza a chi ha la sinistra libera non esiste come regola. Semplicemente avviene così perché in una rotattoria, di solito, non c'è nessuno che viene da destra, quindi il segnale di "dare la precedenza" si riduce a dare la precedenza solo a chi viene da sinistra (ma in realtà il segnale implica di darla in ogni senso). Nella rotatoria dovrebbe, però, valere la regola che chi è dentro ha la precedenza. Di fatto, bisogna fare molta attenzione a come avviene l'incidente in rotatoria e a come si compila la constatazione amichevole. Infatti, se entrambre le macchine sono all'interno della rotatoria potrebbe ritornare la regola della precedenza per chi ha la destra libera. Quindi bisogna esplicitare a caratttere cubitali e in modo molto molto molto comprensivo ed evidente che si era già all'interno della rotatoria, altrimenti si potrebbe incappare nella multa anche senza colpa. Soprattutto in quest'ultimo caso, secondo me, in sostanza, dipendere tutto da come la pensa il vigile o qualcosa del genere. Infatti se io ho la freccia per girare vuol dire che in rotatoria ci sono già dentro e quindi mi spetta la precedenza, però se la cosa è opinabile... Eleggo come legge ufficiale delle rotatorie la precedenza è di chi se la prende! :P Anche se io la vedo molto molto molto semplice: c'è il segnale di dare la precedenza? Allora lasci passare gli altri! Non c'è il segnale? Se hai la destra occupata lasci passare gli altri. È così tanto difficile capirla? Ps: ho aggiunto una nota nell'inserimento per evitare che qualcuno legga e intenda la rotatoria "alla francese" come l'unica rotatoria esistente in Italia, che effettivamente non è così... Io ho tralasciato il fatto nell'inserimento, perché vedo solo quelle "alla francese", con segnaletica, quindi, e comunque ero talmente incavolata con l'altra auto quando ho scritto l'inserimento che non ciò nemmeno pensato! :P
Noto che ti sei infomato da un istruttore di scuola guida, ma non riesco a capire alcuni punti: primo quando usi la frase "wella rotatoria dovrebbe ,però,valere la regola che chi è dentro ha la precedenza quindi c'è ancora confusione nella rotatoria (usando il condizionale)poi in che punto deve stare la segnaletica. secondo se entrambi i veicoli sono nella rotatoria,se l'incidente avviene all'intersezione e le ammaccature sono anteriori nei due veicoli presumo che un veicolo sia gia dentro e l'altro sta entrando. terzo nelle rotatorie la freccia si usa quando il veicolo sta per lasciare la rotatoria,quindi non viene ha contatto con l'altro veicoloche si sta immettendo nella rotatoria(perchè uno esce e l'altro entra)poi aggiungo che se il veicolo che percorre la rotatoria deve lasciare la stessa alla terza o ultima uscita deve mantenere strettamente la sx (la corsia interna se è a due corsie)e spostarsi a dx al momento di lasciare la rotatoria in quel momento i due veicoli si troverebbero entrmbi nella rotatoria P.S.se eleggi come legge ufficiale che la precedenza è di chi se la prende allora dico togliamo il C.D.S.,togliamo i segnali stradali e non scriviamo più su questi forum.
Beh, se vuoi sei libero di non scrivere più su questo blog! :P Scherzi a parte... Dico solo che siccome le casistiche sono talmente tante, che in una rotatoria tutti devono stare attenti a tutti (che è la realtà). Quindi se uno non mi dà la precendenza anche se dovrebbe, è ovvio che io cerco di fermarmi e non gli vado addosso. Alla fin fine quindi, si potrebbe dire che lui ha avuto la precedenza perché "se l'è presa" (faccio notare la faccina abbastanza autoesplicativa della mia non serietà che avevo messo nel post precedente, comunque). È ovvio che preferirei che tutti rispettassero il codice della strada, ma siccome siamo in tanti, ognuno interpreta come vuole, alcuni non sanno nemmeno cosa sono i segnali stradali ecc ecc, bisogna purtroppo adeguarsi a questo. Proprio a questo proposito è il mio condizionale: se uno interpreta che tu eri dentro alla rotatoria e l'altro pure, allora chi ha la destra occupata doveva lasciar passare l'altro. La tua seconda obbiezione conferma il condizionale... Anch'io direi che è logico quello che dici tu, ma se un vigile è di altra opinione che ci posso fare? Quando io ho rischiato l'incidente, se io avessi fatto la curva larga, senza salire sulle striscie zebrate attorno all'aiuola centrale, lui mi avrebbe centrato sul fianco (= io sono dentro la rotatoria, lui stava entrando). Siccome l'ho fatta stretta, io me lo sono trovata di fianco, quindi in caso di urto sarei stata io sostanzialmente a centrare lui, quindi sarei passata dal torto probabilmente. Anche se per me la situazione sarebbe stata identica. Più che confusione la chiamerei "questione di punti di vista", in questo caso, comunque la sostanza è sempre quella. Le informazioni che ho raccolto erano di carattere generale, frutto di semplice curiosità e quindi le risposte mi sono state date e sono state riportate da me in questo senso. Ovvio che ci possono essere delle inessattezze, delle imprecisioni, delle mancanze ecc.
Aggiungi un commento
by Realizzazione Siti Vicenza & Temi per Drupal
Creative Commons License | Privacy & Cookie Policy